Messaggio numero 158 del 23-12-2003

Messaggio numero 158 del 23-12-2003

Messaggio numero 158 del 23-12-2003

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale


Messaggio numero 158 del 23-12-2003.htm

  

  

Direzione
Centrale

delle
Entrate Contributive

Ai Direttori Centrali

Ai Direttori Regionali

Ai Direttori le Sedi provinciali e sub provinciali

Roma,
23-12-2003

Messaggio
n.  158

OGGETTO:

Art. 44, comma 9 della legge 24 novembre 2003, n. 326, di
conversione del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269. Obbligatorietà della
presentazione telematica dei modelli DM10/2.

L’art.
44, comma 9 della legge 24 novembre 2003, n. 326, di conversione del
decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, recante “Disposizioni urgenti
per favorire lo sviluppo e per la correzione dell’andamento dei conti
pubblici”, ha previsto, a decorrere dal 1 gennaio 2004, l’obbligatorietà
della presentazione telematica dei modelli DM10/2.

Dal
periodo di paga in corso a gennaio 2004 (termine di presentazione della prima
denuncia: 29 febbraio 2004, coincidente con l’ultimo giorno del mese
successivo al periodo di paga di riferimento), le aziende dovranno, pertanto,
trasmettere obbligatoriamente all’Istituto le denunce contributive mensili
(mod. DM10/2) mediante trasmissione telematica (Internet).

Ad ogni buon fine, si
rammenta che il termine del versamento della contribuzione rimane fissato al
giorno 16 del mese successivo al periodo di paga di riferimento.

Per
avvalersi della possibilità di presentazione delle denunce DM10/2 mediante
trasmissione telematica, i titolari e legali rappresentanti delle aziende o
soggetti delegati (consulenti del lavoro, avvocati, dottori commercialisti,
ragionieri e periti commerciali iscritti negli appositi albi) devono essere
autorizzati ed ai predetti deve essere assegnato il

PIN
(Personal Identification Number) che consente anche di consultare i dati di
propria pertinenza presenti negli archivi INPS: la situazione anagrafica,
l’inquadramento, le coperture contributive, la visualizzazione di tutti i
DM10/2 già presenti sugli archivi centrali dell’Istituto.

Le
istruzioni relative al rilascio del PIN sono contenute nella circolare n. 191 del
30 ottobre 2001
.

Innovazioni alle modalità
procedurali relative alla trasmissione telematica sono contenute, anche, nel
messaggio n. 522 del 22 ottobre 2003.

Le
Direzioni Centrali interessate -facendo seguito al messaggio inerente alle
attività di marketing a supporto della trasmissione telematica dei modelli
DM10/2 (messaggio n. 276 del 30 aprile 2002)- con il messaggio n. 38 del 21
novembre 2003 e con il messaggio n. 39 del 24 novembre 2003, hanno previsto
un ciclo di seminari informativi ed una Videoconferenza -svoltasi il 10
dicembre u.s.- per sensibilizzare le Sedi periferiche sulla necessità di
avviare sul territorio di competenza le attività necessarie per supportare le
aziende e gli intermediari ai fini dell’applicazione del disposto del
decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269.

Nei
seminari informativi sopra citati, conclusi il 17 dicembre 2003, concernenti
essenzialmente gli aspetti tecnico-procedurali relativi agli adempimenti
pratici della telematizzazione del DM 10/2, sono state affrontate sia le
problematiche afferenti alla gestione interna dei flussi in arrivo sia gli
aspetti maggiormente legati al rapporto di customer care con l’utenza
esterna.

E’
necessario, pertanto, che i direttori delle Sedi ed i funzionari impegnati
nelle attività di promozione e marketing del software di controllo
dell’Istituto, facciano in primo luogo riferimento ai contenuti espressi nei
Seminari informativi recentemente tenuti.

Si
rende noto, inoltre, che sul sito Internet dell’Istituto è stata messa a
disposizione dell’utenza esterna, un’apposita pagina d’informazione e
servizio riguardante l’invio telematico dei modelli DM 10/2.

La
documentazione è raggiungibile sia dalla voce “informazioni” sia da quella
“servizi ondine” presenti sull’Home page del sito www.inps.it.

Nella
predetta sezione informativa, le Aziende e gli intermediari, potranno
prelevare il modulo di richiesta del PIN e la dichiarazione di responsabilità
collegata alla propria tipologia di utenza (titolare o legale rappresentante
dell’Azienda, Professionista ovvero Associazione o CED).

In
tale sezione è possibile anche prelevare la normativa di riferimento e
l’insieme della modulistica in formato compresso.

In
considerazione dell’esiguo margine temporale a disposizione, le Sedi
periferiche dovranno individuare le aziende che non sono attualmente
autorizzate alla trasmissione telematica delle denunce mensili (riconoscibili
dall’ assenza del Codice di Autorizzazione 1Y, ed ovviamente nei casi
in cui l’archivio di riferimento risulti aggiornato).

Identificato
il target di riferimento, sarà necessario contattare prioritariamente le
associazioni di categoria ed i consulenti che gestiscono tali aziende -anche
mediante l’organizzazione di appositi incontri locali- al fine sia di
sensibilizzare gli intermediari al reciproco vantaggio dell’adozione delle
procedure telematiche di trasmissione on line, sia di illustrare in concreto
le relative operazioni mediante l’utilizzo del Software di controllo INPS
2000, vers.
3.2, e del DM10FAST, vers. 1.2 .

Stante
l’obbligatorietà del dettato legislativo, i Direttori delle Sedi porranno in
essere ogni utile iniziativa, anche ricorrendo a forme di consulenza
personalizzata nei confronti delle Aziende che trovassero ancora difficoltà
nella trasmissione in via telematica delle denunce mensili.

p. IL DIRETTORE CENTRALE
ENTRATE CONTRIBUTIVE

(Daniela Pizzi)

p. IL DIRETTORE CENTRALE
SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI

(Giorgio Pavan)

  

Fonte: Inps

Condividi

Articoli per te

Hai ancora dubbi?

Contattaci se hai necessità di ulteriori chiarimenti o informazioni sulla tematica di tuo interesse.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.